top-ita

La Maremma

pecore

La Maremma (il cui nome proviene da Maretima, cioè vicino al mare) è una vasta area che comprende la costa della Toscana e del Lazio settentrionale. Scendendo verso sud, si va dalla provincia di Livorno e di Pisa (Alta Maremma), passando per una parte centrale e principale in provincia di Grosseto (chiamata Maremma Grossetana o semplicemente Maremma, dove si trova anche Scansano), e poi dopo ancora si termina con la Maremma Laziale, a nord di Civitavecchia.

La Maremma ha il fascino di un luogo pieno di scoperta e di conquista, un luogo che è stato risparmiato dalla vasta urbanizzazione che sta caratterizzando molti altri territori agricoli. La povertà che ha afflitto questa zona fino agli anni Cinquanta – quando la bonifica dei terreni è stata finalmente completata e la Maremma ha smesso di essere una terra di povertà ed emigrazione, con le sue paludi vicino al mare – ha portato ad una campagna ancora incontaminata che si estende di fronte agli occhi incantati di chi la visita. Infatti, fino a tempi relativamente recenti, la Maremma è stata divisa in una zona costiera paludosa e una zona collinare più asciutta nell’entroterra, con piccoli borghi come Scansano, sulla cima delle colline.

vigneti con sfondo dell'argentario

Viaggiando sulle strade tortuose che vanno dalla costa verso Scansano e gli altri villaggi dell’entroterra, si ha la sensazione che il tempo si dilati, non c’è fretta e si può godere in tranquillità del profilo dolce delle colline, delineato dai campi di grano, disseminati qui e là di covoni, dai vigneti e dagli oliveti, o punteggiate di pecore al pascolo. Qua e là una fattoria appare in cima a una collina, e si può presto immaginare la vista che da lì si apre: uno scenario unico che può andare fino al Monte Argentario, all’Isola del Giglio e il mare Tirreno.

Ci sono molti bei posti e motivi per visitare questa zona della Maremma: dalla natura all’architettura, dall’archeologia alla gastronomia, dai butteri (i cowboy locali) al vino, la Maremma è una terra piena di segreti ben custoditi pronti per essere svelati ai suoi visitatori.

Letture consigliate

  • M. Firmati e P. Rendini, Museo Archeologico di Scansano, Nuova Immagine, Siena, 2002
  • M. Firmati, Scansano, Guida al Territorio e al Museo Archeologico della Vite e del Vino, Nuova Immagine, Siena, 2013
  • M. Firmati, P. Rendini, A. Zifferero, La Valle del Vino Etrusco, Edizioni Effigi, Arcidosso, 2011
  • A. Tabacchini, Il Ghiaccio Forte, Comune di Scansano, 1986

P.Iva 00208260539
Iscrizione registro imprese di Grosseto - GR-55329

Privacy e Cookie Policy | Credits