top-ita

Luoghi da visitare in Maremma

Ecco una breve selezione di paesi e altri luoghi da visitare in Maremma. Da Scansano a Pitigliano, dal Ghiaccio Forte al Parco Regionale della Maremma. Naturalmente ci sono molti di più, come Sovana, Sorano, Pereta e tutti gli altri piccoli villaggi arroccati sulla cima delle colline intorno a Scansano.

Scansano

Una vista del paese di Scansano, patria del Morellino

Una vista del paese di Scansano, patria del Morellino

Il paese di Scansano è il cuore della produzione del Morellino di Scansano Docg. Le sue origini risalgono al Medioevo e nel corso del tempo è diventato sempre più popolare soprattutto nel corso del XIX secolo, quando gli uffici pubblici si trasferivano qui da Grosseto, durante l’estate, con l’estatatura. Tra gli edifici più interessanti, vale la pena ricordare il museo archeologico e la viticoltura, che si trova all’interno di un edificio del XV secolo, il Palazzo Pretorio, e il Teatro Castagnoli, un bel teatro di 200 posti, costruito nel XIX secolo.

Ghiaccio Forte

Questo sito archeologico risale al periodo etrusco, quando sulla cima della collina di Ghioccio Forte sorgeva una costruzione fortificata. Oggi solo alcuni ruderi delineano l’antico insediamento e indicano che all’interno di questa piccola fortezza c’era una casa più grande per il signore della fortezza, oltre a un paio di abitazioni più piccole e un’area aperta in cui gli agricoltori locali e le loro famiglie e gli animali potevano nascondersi in caso di pericolo (vale a dire i Romani). Molti reperti trovati all’interno del sito di Ghiaccio Forte (doni votivi ma anche brocche e altri utensili di cucina oggi custoditi all’interno del Museo Archeologico di Scansano), dimostrano che la produzione del vino era già importante e anzi alcuni ricercatori si accingono a ricreare un vigneto dalle viti di Vitis Silvestre trovati nella zona, e che potrebbero provenire direttamente dalle vigne etrusche di allora.

Pitigliano

Pitigliano

Pitigliano

Pitigliano è un bellissimo villaggio arroccato su una collina rocciosa, scolpita, di fatto, nel tufo, con le sue case che sembrano aggrappate dallo sperone calcareo. La sua storia risale al Medioevo ed è stata spesso chiamata la Piccola Gerusalemme, grazie all’importante presenza della comunità ebraica locale (venne anche costruita una sinagoga nel XVI secolo, tuttora visitabile). Per molto tempo Pitigliano è stato un feudo appartenente alla famiglia Orsini – oggi restano il loro palazzo e la fortezza. Tra le altre bellezze che meritano di essere visitate ci sono le Vie Cave, le strade che circondano il paese e sono state scolpite nel tufo, a volte profonde fino a 20 metri.

Magliano in Toscana

Magliano in Toscana è probabilmente uno dei più begli esempi di città fortificate della zona. Le mura che la circondano – e le varie porte d’ingresso alla città – sono state costruite in due diversi periodi: una prima parte nel Medioevo, quando Magliano apparteneva alla famiglia Aldobrandeschi, la seconda parte successivamente, sotto la Repubblica di Siena. Ogni estate Magliano ospita un festival musicale internazionale, il Vox Mundi Festival, con artisti provenienti da tutto il mondo.

Saturnia

Saturnia è famosa per le sue acque termali che, grazie al loro alto contenuto di zolfo e di sostanze minerali, che sorgono a una temperatura di 37° C, hanno proprietà terapeutiche già note ai Romani. Furono loro, infatti, a fondare la città di Saturnia – oggi frazione di Manciano – vicino alla Via Claudia. Saturnia si trova infatti nella zona interna della Maremma, nei pressi dell’antico vulcano del Monte Amiata. La zona termale è in parte accessibile liberamente, ma c’è anche un centro benessere di lusso per chi fosse interessato.

Parco Naturale della Maremma

La Maremma, come già accennato in altre pagine, è una terra ricca di natura, e solo un paio di anni prima che al Morellino di Scansano fosse riconosciuta la Doc, negli anni Settanta, fu istituito il Parco Naturale della Maremma. Qui, a seconda della stagione, si possono vedere cinghiali, cervi, oche selvatiche, fenicotteri, aironi e altri uccelli migratori anche se in realtà le specie da trovare sono innumerevoli. È anche possibile vedere i famosi butteri, i cowboy della Maremma.

Letture consigliate

  • M. Firmati e P. Rendini, Museo Archeologico di Scansano, Nuova Immagine, Siena, 2002
  • M. Firmati, Scansano, Guida al Territorio e al Museo Archeologico della Vite e del Vino, Nuova Immagine, Siena, 2013
  • M. Firmati, P. Rendini, A. Zifferero, La Valle del Vino Etrusco, Edizioni Effigi, Arcidosso, 2011
  • A. Tabacchini, Il Ghiaccio Forte, Comune di Scansano, 1986

 

P.Iva 00208260539
Iscrizione registro imprese di Grosseto - GR-55329

Privacy e Cookie Policy | Credits